PROPOSTA DI LEGGE 2233 (on. Marcella Lucidi)

MODIFICHE AL CODICE CIVILE IN MATERIA DI SEPARAZIONE DEI CONIUGI CON RIGUARDO AI FIGLI   (Commenti)

Onorevoli colleghi, la presente proposta interessa il vissuto di molte persone, che sperimentano la crisi del legame familiare, la rottura di un vincolo affettivo significativo per l’esistenza e per il sistema di relazioni personali e sociali. Quel che il Legislatore ha già scritto in questa materia e quel che possiamo ancora scrivere riguarda situazioni personali colte in un momento preciso che le accomuna- il giudizio di separazione-, che è, tuttavia, parte di un tempo più lungo- il tempo della separazione- ed è l’approdo di storie e percorsi propri ad ogni nucleo familiare, fin lì rimasto pressoché inosservato nel suo ordine interno, ordine di una “società naturale” come la definisce la Costituzione (art.29), che riunisce la legge della città (polis) e la legge degli affetti (oikos) ben sapendo che rispetto a questa ultima legge l’intervento esterno può e a volte è costretto a fermarsi o ad attendere e che non c’è sempre coincidenza tra decisione giusta e decisione buona.

Leggi tutto

p.d.l. 2344 on. Mussolini, e altri 14 febb.02

PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei deputati
MUSSOLINI, COLA, PERLINI, PORCU, FRAGALA', LISI
Disposizioni in materia di separazione, di scioglimento e di cessazione degli effetti civili del matrimonio con riferimento all'affidamento dei figli Presentata il 14 febbraio 2002

Vedi (link esterno)

Commenti

Al progetto di Marcella Lucidi viene inopinatamente in soccorso Alessandra Mussolini, con buona parte del "Branco Rosa", presentando, il 14 febbraio 2002, l' a.C. 2344, nella cui riscrittura dell'art. 155 c.c. scompaiono gli affidamenti congiunto e alternato. In sintesi, il proposito di sbarrare la strada alla riforma è chiaramente espresso nella relazione, dove si legge: "Si è ritenuto di operare nel senso di mantenere nell'impianto normativo la previsione dell'esercizio dell'affidamento in capo al genitore che verrà ritenuto più idoneo, senza scivolare nel malinteso tranello della modifica del regime oggi in vigore". Una frase che offende tutti, anche la lingua italiana.

Dibattito sulla PdL 66

Pesantissimo intervento sulla pdl 66 dell' avv. Grazioso, Cassazionista e Canonista del Foro di Bari, su Realtà Forense, organo del Sindacato Avvocati di Bari. Pubblicato anche su D&F Diritto e Famiglia E' stato anche depositato un ddl, che nell'introduzione contiene le stesse cose, dal sen. Bucciero di AN. Pubblichiamo le successive repliche - Intervento dell' avv. Grazioso
- La replica di Marino Maglietta
- 2° intervento dell'avv. Grazioso
- 2° intervento M. Maglietta
Dal dibattito è nata l'idea di un convegno che la rivista D&F (Diritto e Famiglia ) si accinge ad organizzare, nel quale potranno essere meglio chiarite le posizioni di ognuno".

Proposta di legge N. 4068 d’iniziativa del deputato MAZZUCA

Nuove norme sull’affidamento condiviso dei figli di genitori separati

Comunicata alla presidenza il 17 giugno 2003

Onorevoli Colleghi! - Ormai da più di dieci anni e quattro legislature è in corso il tentativo di modificare le norme sull’affidamento dei figli di genitori separati, assicurando ad essi la costante presenza affettiva di entrambi i genitori e la possibilità di ricevere il contributo educativo di entrambi, pur nella conclusione del rapporto di coppia. Nel tempo si sono succedute, su iniziativa trasversale di tutte le forze politiche, varie formulazioni dell’auspicata riforma, promossa e sostenuta concordemente da associazioni di padri e di madri. Quelle che hanno fruito di un vasto consenso popolare hanno mantenuto fermo un punto essenziale, coerente con le esigenze di opportunità e di equità: garantire ai figli il diritto di cui sopra e la effettiva possibilità di ricevere ascolto nelle scelte che li riguardano mettendo i genitori qualitativamente sul medesimo piano, pur nel permanere di differenze quantitative, da introdurre caso per caso, nella convinzione, largamente condivisa, che il sistema migliore per abbattere, o prevenire, la conflittualità fosse quello di eliminare non necessarie discriminazioni.

Leggi tutto

Introduzione alla P.d.L. 398

Riportiamo la p.d.l. 398, selezionandola tra le nostre tante, perché è quella che nella XIII Legislatura ha goduto della maggiore trasversalità tra i firmatari.

Modifiche al codice civile in materia di separazione dei coniugi e di affidamento dei figli

Alla base della presente proposta di legge è uno studio condotto dall' associazione Crescere Insieme, che da tempo opera a tutela dei diritti dei minori. La necessità di intervento nella normativa che disciplina l'affidamento dei figli minori di genitori separati nasce da circostanze oggettive, che evidenziano un profondo e diffuso malessere.

Leggi tutto

Bozza "Lucidi" del 1998

II Commissione - Giovedì 14 maggio 1998
Proposte di legge nn. 173-ter e abbinate (Nuove norme in materia di separazione personale dei coniugi e di scioglimento del matrimonio).

Leggi tutto

L'affidamento dei figli: proposte a confronto

Nel gennaio del 1994 Crescere Insieme ha fatto depositare un suo progetto di riforma delle norme sull’affidamento dei figli, per i tempi notevolmente avanzato. Come più sotto riassunto, due legislature sono trascorse inutilmente e nella terza (la XIII) altri soggetti hanno fatto presentare progetti similari, mentre si moltiplicavano gli interventi in materia anche di chi aveva opinioni totalmente difformi dalle nostre. Di qui la necessità di procedere ad una analisi comparativa delle varie proposte di legge giacenti presso la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, in modo da evitare comprensibili, ma pericolose, confusioni.

Leggi tutto

Dibattito sulla Riforma

La Commissione Giustizia della Camera, trovandosi di fronte una moltitudine di proposte di revisione della normativa sulla separazione e sull’affidamento dei figli, nominò un Comitato ristretto presieduto dai relatori, Marcella Lucidi e Vittorio Tarditi, che il 14 maggio 1998 presentò in commissione una bozza per la cui lettura rimandiamo al sito Internet qui sotto riportato e per i nostri commenti all’entrata "emendamenti alla bozza Lucidi-Tarditi" dell’indice.
Commissione Giustizia