Alienazione Genitoriale

NO alla PAS: Solo una reazione ideologica

Per quale motivo tutti gli uomini di scienza che si sono occupati dei problemi familiari non hanno subito la stessa campagna diffamatoria che ha subito Gardner e altri studiosi dell'alienazione genitoriale?

La risposta probabilmente è questa: la scuola della Terapia Familiare (che spiegava e descriveva il fenomeno fin dal 1960) non ha incrociato la sua strada con la problematica delle false accuse di abuso, come invece ha fatto Gardner che prima di occuparsi di alienazione genitoriale si era a lungo occupato di abusi sui minori e delle tecniche per distinguere le vere dalle false accuse. In un suo articolo lo psichiatra franco-canadese Hubert Van Gijseghem descrive molto bene il clima isterico di caccia alle streghe attorno al tema delle false accuse di abusi:

« Prima o poi quasi tutti i ricercatori che si sono occupati delle false accuse di abusi sessuali sono stati accusati di essere professionisti pro-pedofili. L'argomento era che se si accetta l'ipotesi di suggestionabilità, si forniscono agli avvocati della difesa munizioni insperate per ottenere l'assoluzione del loro cliente che ha commesso abusi. Così coloro che abusano potranno continuare impunemente le loro attività perverse e fare altre vittime. Inoltre, questi professionisti scettici che promuovono il concetto di false accuse contribuiscono a torturare i bambini dicendo che non si deve credere loro.

[...]

Anche se questi risultati sono ormai ben noti e ampiamente documentati, la reazione contro i promotori del concetto di false accuse non sono più diminuite. Sono quasi sempre reazioni di natura ideologica e, quindi, assai emotive ed aspre. Trasmettono tra l'altro l'idea che una rete mondiale di scienziati e professionisti associati a una lobby pro-pedofili abbia messo nelle mani degli avvocati della difesa l'insidioso argomento delle falso accuse, a cui si deve aggiungere l'altro concetto ancora più deleterio di alienazione genitoriale. Per questi critici, i ricercatori e i professionisti che in effetti non fanno altro che fare uso di una certa dose di prudenza, avrebbero lo scopo invece di proteggere i padri abusanti (Johnston, 2003; Wood, 1994)![2] »

E' superfluo aggiungere che anche Hubert Van Gijseghem è finito nel mirino delle sedicenti associazioni per la difesa dell'infanzia e accusato di essere parte di una rete segreta con finalità inconfessabili. Ciò per il solo fatto di essersi occupato a livello scientifico della tematica della suggestionabilità dei minori da parte degli adulti e delle condizioni a cui la testimonianza di un bambino può avere validità in un procedimento giudiziario.

Fonte: http://www.alienazionepar.altervista.org/index.php/Il_triangolo_nella_terapia_familiare